Rivista

copertina issn

Testata

reporting gif

Ultimo Evento

17 giugno 2018, Catania - Oratorio chiesa San Francesco di Paola- Esibizioni concertistiche, artistiche e culturali, con sfilata del brand "Chi Ma Giuva" di Maria Giovanna Costa

Social

 

Il Presidente dell’A.N.C.I.C. al dipartimento di Giurisprudenza

evento.anfp.jpgIl prof. Raneri ai Questori di Catania, Caltanissetta, Messina, Ragusa e Siracusa: pensate da uomini saggi ma parlate come gente comune.

Nell’aula magna del Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Catania, a Villa Cerami, l’Associazione nazionale funzionari di polizia (A.n.f.p.) ha organizzato un evento formativo sul tema “ Nuovi percorsi per la sicurezza pubblica: Comunicazione, prevenzione, condivisione”.

Erano presenti il questore di Catania Giuseppe Gualtieri, Giovanni Signer di Caltanissetta, Mario Finocchiaro di Messina, Salvatore La Rosa di Ragusa e Gabriella Ioppolo di Siracusa, i funzionari dell’A.n.f.p.  ed alcuni studenti di Giurisprudenza.

Gli indirizzi di saluto sono stati trasmessi dal vicesindaco Marco Consoli, dal prefetto di Catania Silvana Riccio, dal dott. Carmelo Petralia  procuratore aggiunto della Repubblica del Tribunale di Catania e dal dott. Giuseppe Gualtieri questore della provincia di Catania.

L’evento è stato moderato dal giornalista Guglielmo Troina, vicecapo redattore e responsabile della Rai di Catania ed i lavori sono stati introdotti dal prof. Sebastiano Licciardello, decano di Diritto amministrativo all’Università di Catania.

Sono intervenuti il dott. Andrea Bonanno sostituto procuratore della Repubblica del Tribunale di Catania, il dott. Ferdinando Buceti dirigente della divisione anticrimine della Questura di Catania, il prefetto Filippo Dispensa della direzione centrale per gli affari generali del Dipartimento di pubblica sicurezza ed il prof. Giuseppe Tropea dell’Università mediterranea di Reggio Calabria.

L’organizzazione scientifica è stata curata dal dott. Marco dell’Arte dirigente del commissariato di pubblica sicurezza di Lentini, dal dott. Salvatore Montemagno segretario provinciale dell’A.n.f.p., dall’avv. Marco Pulvirenti e dall’avv. Giovanni Figuera.

Le conclusioni dei lavori sono state affidate al  dott. Enzo Marco Letizia segretario nazionale dell’A.n.f.p. .

Il prof. Francesco Raneri, presidente dell’Accademia nazionale cerimoniale, immagine e comunicazione (A.n.c.i.c.), ha esordito sul ruolo fondamentale della comunicazione quale disciplina fondante in un processo di condivisione per prevenire la sicurezza pubblica.

Per non parlare poi del codice di linguaggio consono al soggetto  che ci sta di fronte: chiarezza, concisione, correttezza e completezza.

Nella società odierna – conclude il presidente dell’A.n.c.i.c. - la semplificazione del linguaggio amministrativo rispecchia e rispetta i principi costituzionali di democrazia.

Giuliana Receputo – Ufficio stampa A.n.c.i.c.

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo