Rivista

copertina issn

Testata

reporting gif

Ultimo Evento

8 agosto 2019, Motta Camastra (Messina) - Gole dell'Alcantara - anteprima della rappresentazione "Odissea"

Social

 

Si è tenuto sabato 16 luglio, nella sede nazionale di Catania, l’incontro formativo tra l' A.n.c.i.c.  (Accademia nazionale cerimoniale, immagine  e comunicazione) e la neonata sezione distaccata di Agrigento.

L’evento è stato di rilevante importanza in quanto si sono discusse le linee guida relative alle attività formative che verranno poste in essere e, proprio grazie al prezioso contributo del team agrigentino, l’A.n.c.i.c. avrà maggiore forza sul territorio siciliano coprendo un raggio d’azione molto ampio.

Significativo è stato l'intervento della Presidente agrigentina Giusy Migliorini che ha espresso la propria soddisfazione per la nascente e sinergica collaborazione tra la sede della "Valle dei Templi" e quella etnea.

I soci della "città dei templi", Teresa Monaca, Luigi Pinò e Salvatrice Morreale sono, inoltre, intervenuti manifestando il proprio interesse per la causa dell'Accademia. Entusiasmo e spirito di collaborazione sono stati gli elementi posti a servizio dai nuovi soci che hanno sottolineato l'importanza del Cerimoniale e delle competenze comunicative in uno scenario, come quello siciliano, ancora troppo scevro di uomini e strutture dedite al Cerimoniale ed alla Comunicazione.  

Durante l’incontro il Presidente dell'A.n.c.i.c., prof. Francesco Raneri, ha consegnato il gagliardetto ufficiale alla Presidente della sede agrigentina Giusy Migliorini. 

Il contributo dei nuovi soci sarà di grande rilevanza per i futuri impegni dell'A.n.c.i.c. che potrà, di fatto, contare sulla competenza e la professionalità dei girgentani.

Adriano Nicosia - Ufficio Stampa A.n.c.i.c. 

 

separatore

leggi anche L'A.n.c.i.c. di Agrigento si presenta alla sede nazionale di Catania. Si profilano reti in tutta la Sicilia

 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo