Questa rivista fornisce accesso aperto ai suoi contenuti, ritenendo che rendere le ricerche disponibili liberamente al pubblico migliori lo scambio della conoscenza a livello globale.

Nessun costo di gestione della submission né di pubblicazione viene applicato agli autori dei contributi.

La rivista accetta articoli originali (non precedentemente pubblicati né in corso di pubblicazione in altra sede). A tal uopo, gli autori sono tenuti a dichiarare di aver composto un lavoro originale in ogni sua parte, citando tutti i testi utilizzati. I componenti del comitato scientifico, poi, verificano l'originalità dell'articolo, avvalendosi di appositi software antiplagio che forniscono, per ogni contenuto, un punteggio percentuale di somiglianza e di rischio di plagio.

Gli articoli proposti vanno inviati per e-mail all'indirizzo più avanti indicato, in formato elettronico realizzato con OpenOffice, Microsoft Word, RTF, o WordPerfect. 

Il titolo dell’articolo va riportato insieme al nome dell’autore (o degli autori), l’istituzione di appartenenza, e l’indirizzo di posta elettronica. Vanno indicate almeno cinque parole chiave.

L'articolo deve essere preceduto da un abstract che, in un massimo di 200 parole, consenta la chiara comprensione delle premesse teoriche, degli scopi e dei metodi del lavoro, nonché dei risultati essenziali e di un breve commento.

Nel testo del lavoro vanno separate chiaramente le diverse sezioni, numerando progressivamente paragrafi (ed eventuali sottoparagrafi). Esempio per un lavoro sperimentale:
1. Introduzione
2. Scopo ed ipotesi della ricerca
3. Metodologia: Procedura, Strumenti, Campione
4. Analisi dei dati
5. Discussione e commento

Il testo ha spaziatura singola; usa un font 12 punti; impiega il corsivo invece della sottolineatura (eccetto con gli indirizzi URL); e tutte le illustrazioni, figure, e tabelle sono posizionate all'interno del testo nei punti appropriati, piuttosto che alla fine. 

Eventuali note vanno indicate nel testo con numeri progressivi collocati ad esponente e inserite secondo i criteri contenuti nel programma Microsoft Word per le note a piè di pagina.

Le citazioni nel testo vanno indicate con l'anno di pubblicazione dopo il nome dell'autore, seguito eventualmente dal numero di pagina: Achinstein (1968, p. 32). Se si riportano due lavori dello stesso autore pubblicati nello stesso anno, alla data va aggiunta una lettera ad es. Orne (1973a). In base alle norme A.P.A., se la citazione è dentro le parentesi si deve utilizzare il simbolo “&” invece di “e” ad esempio (Estes & Skinner, 1940). Al contrario se la citazione non è tra parentesi, utilizzare la lettera "e", ad es. Estes e Skinner (1940). Nel caso gli autori siano da tre a sei, vanno riportati tutti la prima volta (es. Wasserstein, Zappulla, Rosen, Gerstman, & Rock, 1994), quindi solo il primo seguito da et al. ad es. Wasserstein et al., 1994, nelle successive citazioni. Nel caso gli autori siano più di sei, la prima volta che vengono citati, dopo il sesto autore utilizzare et al. per indicare i rimanenti. Dalla seconda citazione in poi va riportato il cognome del primo seguito da et al.

Una lista di riferimenti bibliografici, ordinati alfabeticamente, va riportata alla fine del lavoro, come nei seguenti esempi (facendoo attenzione all’uso appropriato della punteggiatura e dei corsivi):

BERTELLI S. – CRIFÒ G., (1985), Rituale Cerimoniale etichetta, Etas S.p.A, Milano

DOMANTI L., (1990), Il Cerimoniale: manuale delle pubbliche relazioni e norme di rappresentanza per le amministrazioni pubbliche e private con particolare riferimento alle regioni d’Italia, ILA Palma, Palermo

SANTANTONIO M., (1987) Il Cerimoniale nella vita di rappresentanza: argomenti tratti opportunamente adattati dalla 3a edizione del libro Il Cerimoniale nelle pubbliche relazioni, Gesualdi, Roma

Tutte le citazioni presenti nel manoscritto devono essere riportate in questa sezione bibliografica finale e, viceversa, non vanno inseriti in bibliografia riferimenti che non si trovano anche nel testo.

Gli autori devono firmare le dichiarazioni riguardanti l'assenza di conflitto d'interessi ed il consenso informato, come da istruzioni incluse nel file allegato, scaricabile da qui --> download.

La corrispondenza va indirizzata alla segreteria editoriale (via e-mail all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.): Redazione JACCM c/o Accademia nazionale cerimoniale immagine e comunicazione, via Malta n.42 - 95127  Catania. Recapiti telefonici 339 6539740 - 349 1429058 - 347 6809481.

Gli articoli proposti per la pubblicazione verranno inviati in forma anonima a due componenti del Comitato Scientifico o a esperti esterni. La risposta circa l’accettazione verrà inviata agli autori di norma entro tre mesi dalla ricezione dell’articolo preparato in base alle norme editoriali sopra citate.

Il copyright dei contributi pubblicati è di proprietà dell’Accademia nazionale cerimoniale immagine e comunicazione (A.n.c.i.c.).

cclicense

I contenuti redazionali di questo sito sono distribuiti con una licenza Creative Commons, Attribution 4.0 International (CC BY 4.0) eccetto dove diversamente specificato
Direttore Responsabile Francesco Raneri
Direttore Editoriale Maximiliano E. Korstanje
Testata iscritta al n. 15/2016 del Registro della Stampa del Tribunale di Catania

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo